presentate le liste per elezione stranieri
Data: Mercoledý, 07 novembre alle 17:14:16
Argomento: Comunicati


(ER) IMMIGRATI BOLOGNA. 275 CANDIDATI AL CONSIGLIO, IL 44% DONNA PROVINCIA CANTA VITTORIA; 8 LISTE MONOETNICHE PER 30 SEGGI (DIRE) Bologna, 7 nov. - Sono ben 275 i candidati in corsa per i 30 posti del Consiglio provinciale degli stranieri di Bologna. E la Provincia canta vittoria.

Il progetto del Consiglio si sta
rivelando un successo. Anche dal punto di vista della
partecipazione femminile, con le donne che rappresentano il 44%
dei candidati. Sono ben 37 le liste presentate da cittadini
immigrati agli uffici di Palazzo Malvezzi. Di queste, solo cinque
non sono state ammesse alle elezioni per mancanza del numero
adeguato di candidati e di sottoscrittori. I circa 41.000
cittadini stranieri di Bologna e provincia il prossimo 2 dicembre
potranno quindi scegliere i loro 30 rappresentanti fra 275
candidati: 84 al collegio 1 (Bologna citta'), 17 al collegio 2
(Circondario imolese) e 174 sul collegio 3, che comprende tutti
gli altri Comuni della provincia. Solo due liste compaiono in
tutti e tre i collegi, con un totale di 30 candidati schierati da
ognuna.
  Sono otto le formazioni monoetniche, di cui tre di albanesi e
altrettante composte da soli marocchini. Una lista riunisce solo
filippini, mentre un'altra e' formata da sei pakistani. Ammontano
invece a 17 quelle composte da candidati provenienti da piu'
paesi. Oltre al timore sulle liste monoetniche, preoccupava anche
il livello di partecipazione femminile. Dubbi fugati.
    I candidati stranieri sono 155 uomini e 120 donne (circa il
44%). Le "quote rosa" raggiungono il 50% tra gli albanesi, il 45%
tra i marocchini e addirittura il 70% (ma sono solo 10 i
candidati) tra i moldavi. Bassa invece la percentuale di donne
tra i cittadini del Pakistan (25%) e del Bangladesh (una sola
donna sui dieci candidati).(SEGUE)
(DIRE) Bologna, 7 nov. - "I dati sulla presenza femminile ci deve
far riflettere", afferma Claudia Rubini, presidente della
commissione Affari istituzionali della Provincia e membro della
Commissione elettorale, che in questi giorni ha esaminato la
regolarita' delle liste. Si e' chiuso venerdi' scorso infatti il
termine per presentare le liste di candidati al Consiglio
provinciale degli stranieri. E oggi a Palazzo Malvezzi e' stato
presentato il quadro della situazione da parte della Commissione
elettorale, presieduta da Maurizio Cevenini (presidente del
Consiglio provinciale) e di cui fanno parte, oltre a Rubini,
anche Giovanni Diquattro, segretario generale di Palazzo
Malvezzi, Rita Paradisi, responsabile Ufficio Immigrazione della
Provincia, Sergio Santi, numero uno dell'Ufficio elettorale del
Comune di Bologna, e Antonella Lazzari, del settore Servizi
sociali e sanita' della Provincia.
    Tantissimi i dati e le statistiche fornite da Cevenini sulle
liste e i candidati. Come l'eta' media degli stranieri in lista,
che risulta poco meno di 36 anni: il piu' giovane e' un albanese
di 18 anni, il piu' anziano un marocchino di 61. Sono 34 i paesi
di provenienza: il piu' rappresentato e' il Marocco, con 120
persone in lista. In generale, sono 173 i candidati provenienti
dall'Africa, 54 gli asiatici. Solo due i cinesi. Il 2 dicembre,
giorno delle elezioni, nei vari seggi (composti sia da elettori
stranieri che cittadini italiani iscritti nelle liste elettorali)
ci saranno anche i rappresentanti di lista, cosi' come avviene
nelle normali elezioni nazionali.







Questo Articolo proviene da Maurizio Cevenini
http://www.mauriziocevenini.it

L'URL di questo articolo è:
http://www.mauriziocevenini.it/modules.php?name=News&file=article&sid=111