Maurizio Cevenini - Primo consiglio comunale
:: Homepage  ::  Matrimoni  ::  Fotogallery  ::  Calcio  ::  Politica  ::  Giornali  ::  Video  ::  Agenda  ::

  Matrimoni

Matrimoni
 

  Servizi

· Pagina iniziale
· Articoli Giornali
· Biografia
· Futuro Rossoblu
· Matrimoni
· News archivio
· Privacy
· VIDEO
 

  Archivio giornali

  2010

  2009

  2008

  2006-7
 

 
  News: Primo consiglio comunale
Postato Marted́, 07 giugno alle 23:21:58
 
 
  News (ER) COMUNE BOLOGNA. MAMELI APRE IL CONSIGLIO, LA LEGA NON CANTA

LEMBI E SCARANO ALLA PRESIDENZA, CEVENINI SULLA SEDIA DI DOZZA

(DIRE) Bologna, 7 giugno.
Si apre con l'inno di Mameli il primo Consiglio comunale di Bologna dopo il commissariamento. A fare gli onori di casa un commosso Maurizio Cevenini (Pd), che in qualita' di presidente dell'aula calo' il sipario oltre un anno e mezzo fa. "Non avrei mai pensato che per il destino, le scelte del mio partito e un certo numero di preferenze toccasse a me riaprire i lavori del Consiglio comunale", le prime parole di Cevenini, che dopo l'inno d'Italia (gli esponenti della Lega nord sono gli unici a non cantare) procede alla convalida del sindaco eletto, Virginio Merola, e dei 36 consiglieri comunali.


Poi, tocca all'elezione del nuovo presidente dell'aula di Palazzo D'Accursio, carica a cui Cevenini ha rinunciato amaramente per le polemiche nei giorni scorsi, da parte del suo stesso partito, sul doppio incarico in Regione e in Comune.

Senza sorprese rispetto alle previsioni e con voto unanime, vengono elette Simona Lembi (Pd) alla guida del Consiglio comunale e la leghista Francesca Scarano come vicepresidente, proposte in maniera congiuta da tutti i capigruppo con una lettera letta in aula da Cevenini. "Ci fa piacere che siano state scelte due donne giovani- afferma Massimo Bugani, capogruppo del Movimento 5 stelle- e' un ottimo segnale. Ma non avremmo avuto problemi anche a votare Cevenini, per l'ottimo lavoro fatto nello scorso mandato e per il numero di preferenze ottenute alle elezioni. Solo- aggiunge Bugani- avremmo insistito di piu' sulle sue dimissioni dalla Regione". (SEGUE)

(DIRE) Bologna, 7 giu. - Il diretto interessato la prende col sorriso. "Non avevo dubbi sulla seconda parte- replica Cevenini- ma mi fa molto piacere la prima". Anche per i capigruppo di Lega nord e Pdl, Manes Bernardini e Marco Lisei, la nomina di Lembi e
Scarano e' "un ottimo segnale d'inizio e di collaborazione" tra maggioranza e opposizione. Per il numero uno del Pd in Consiglio comunale, Sergio Lo Giudice, la scelta di due donne alla guida dell'aula "e' un segnale di rinnovamento" da parte della nuova amministrazione. Alle dichiarazioni segue il voto (si astengono solo le dirette interessate), quindi Cevenini passa il testimone a Lembi con un lungo abbraccio denso di commozione.
A mister preferenze, Lembi indirizza "tutta la mia riconoscenza" e assicura che si rivolgera' a lui, insieme agli altri ex presidenti del Consiglio comunale (Flamigni, Marchetti e Sofri), nei momenti di difficolta'. Ritornato tra i banchi, Cevenini prende posto nello scranno a lui assegnato, quello che appartenne a Giuseppe Dozza.


(ER) COMUNE BOLOGNA. MEROLA: BUONA POLITICA SI FA DANDO ESEMPIO NEL PRIMO DISCORSO IN AULA LODA CEVENINI: UN BUON SINDACO...

(DIRE) Bologna, 7 giu. - Nel primo discorso in Consiglio comunale, Virginio Merola sceglie di rendere omaggio a Maurizio Cevenini, che senza il discusso episodio della malattia sarebbe stato con ogni probabilita' seduto al suo posto. Ma del Cev Merola loda il modello di una politica che deve essere "popolare"
senza essere per questo "volgare" o cedere al "chiasso". La "buona politica- ha detto Merola- e' anche rinnovata capacita' di provare a dare l'esempio, di precedere e non sempre solo assecondare umori e atteggiamenti, in nome di una malintesa e fuorviante vicinanza ai cittadini". Merola che domani togliera' i pass per la Ztl agli amministratori e dirigenti di Palazzo D'Accursio e delle societa' partecipate, afferma che "noi non siamo diversi dai cittadini, ma per essere loro rappresentanti 'autentici' dobbiamo sapere esercitare con responsabilita' la nostra liberta' di cittadini e di amministratori eletti".
L'omaggio a Cevenini, accompagnato dalla consueta commozione, non e' dovuto solo al "suo incontrovertibile apporto elettorale- chiarisce- ma per le sue specifiche caratteristiche e qualita' che, sono sicuro, ne avrebbero fatto un buon sindaco e che oggi lo rendono un protagonista importante, insieme a tutti voi, consigliere e consiglieri, della rappresentanza politica della nostra citta'". Commosso Merola e' stato fin da subito, dal saluto ai "cari famigliari" (in aula c'era anche la madre). Poi, ha citato subito la maggiore presenza femminile in aula, "a cui ha contribuito in modo determinante anche l'attuale opposizione.
Questo fatto- assicura il sindaco- e' una condizione importante di partenza per la costruzione della buona politica di cui abbiamo bisogno, che e' prima di tutto sintonia con la situazione demografica e sociale della nostra citta'".
 
 
  Opzioni


Stampabile  Stampabile

Invia ad un amico  Invia ad un amico
 


 
 
Copyright © 2018 Mauriziocevenini (www.mauriziocevenini.it)
CMS by PhpNuke © 2002. All Rights Reserved. PHP-Nuke is a free software released under the GNU/GPL licence (software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL)