Maurizio Cevenini - (ER) Provincia BO. Presenze, Cevenini e Leporati recordman
:: Homepage  ::  Matrimoni  ::  Fotogallery  ::  Calcio  ::  Politica  ::  Giornali  ::  Video  ::  Agenda  ::

  Matrimoni

Matrimoni
 

  Servizi

· Pagina iniziale
· Articoli Giornali
· Biografia
· Futuro Rossoblu
· Matrimoni
· News archivio
· Privacy
· VIDEO
 

  Archivio giornali

  2010

  2009

  2008

  2006-7
 

 
  Comunicati: (ER) Provincia BO. Presenze, Cevenini e Leporati recordman
Postato Marted́, 30 dicembre alle 15:03:31
 
 
  Comunicati (ER) PROVINCIA BOLOGNA. PRESENZE, CEVENINI E LEPORATI RECORDMAN "NON SIAMO INUTILI"- IL 30 GENNAIO GIORNATA ORGOGLIO PROVINCIALE (DIRE) Bologna, 30 dic. - Il 2008 non e' certo stato un grande anno per la Provincia di Bologna, tra le ripetute intenzioni di abolirla (insieme alle altre Province d'Italia) e lo sforamento del Patto di stabilita', costato caro in particolare ai lavoratori precari dell'ente.

 Forse e' per questo che al consueto
report di fine anno del Consiglio provinciale si assiste allo
scatto d'orgoglio di presidente e vicepresidente dell'assemblea
di Palazzo Malvezzi, Maurizio Cevenini e Giuseppe Sabbioni. Che
sintetizza: "La Provincia costa poco e i suoi consiglieri sono
molto virtuosi". Altro che il Comune o la Regione. "Siamo alla
fine di un'esperienza di mandato che giudico positiva", afferma
Cevenini, arrivato secondo alle primarie del Pd per la scelta del
candidato sindaco e che i rumors piu' accreditati danno in
partenza in direzione di Palazzo D'Accursio.
   Sul suo futuro pero' non si sbilancia e a chi gli chiede del
possibile ticket con il candidato sindaco vincitore delle
primarie, Flavio Delbono, Cevenini si schernisce: "Sono decisioni
che spettano ad altri. Io nei prossimi mesi mi dedichero' alla
campagna elettorale, perche' qualcuno deve pur farla". E a questo
proposito ribadisce uno dei suoi cavalli di battaglia durante il
periodo delle primarie. "La citta' metropolitana e' una priorita'
per il sindaco del 2009- afferma Cevenini- se non la facciamo nel
prossimo mandato e' meglio chiudere il discorso. E' l'ultima
chiamata, molte occasioni le abbiamo gia' perse in 15 anni di
discussioni". (SEGUE)
(ER) PROVINCIA BOLOGNA. PRESENZE, CEVENINI E LEPORATI... -2-


(DIRE) Bologna, 30 dic. - La creazione della Citta' metropolitana
non va pero' di pari passo con il discorso dell'inutilita' delle
Province. Anzi. "Con il nostro lavoro- rivendica Cevenini-
abbiamo resistito all'immagine diffusa che la soluzione dei
problemi del mondo sia l'abolizione delle Province". Asserzione,
insiste il presidente del Consiglio di Palazzo Malvezzi, che "in
se' e' una bufala".
   Sui costi dello Stato, fa notare Cevenini, "le Province
incidono solo per il 2%, mentre i Comuni per il 15%, le Regioni
per il 23% e lo Stato per il 60%". Oltretutto un consigliere
provinciale, che prende un gettone di presenza pari a 92,6 euro
lordi, si e' visto abbassare il tetto massimo mensile dei gettoni
da 2.560 a 1.820 euro. Insomma, sottolinea Sabbioni, "siamo
passati da un terzo a un quarto dell'indennita' del Presidente
della Provincia".
   Cio' non toglie che i 36 consiglieri provinciali abbiano
comunque un curriculum di presenze in commissione e in Consiglio
di tutto rispetto, soprattutto nell'anno appena trascorso. Sulle
50 sedute che si sono svolte nel 2008, ben sei consiglieri sono
stati sempre presenti: Cevenini (che non ha saltato neanche un
Consiglio dall'inizio del mandato), Sabbioni, Gabriele Zaniboni
(capogruppo Pd) e Raffaele Finelli (anche lui democratico),
Alfredo Vigarani (Verdi) e Vania Zanotti (Sd). Sulle 240 sedute
complessive di tutto il mandato, invece, oltre a Cevenini i piu'
assidui sono stati Giovanni Leporati (Forza Italia, 237
presenze), Finelli (236), Sabbioni e Zanotti (235 sedute). (SEGUE)

(DIRE) Bologna, 30 dic. - La maglia nera va invece a Luca Govoni,
consigliere provinciale di Forza Italia, che in quattro anni e
mezzo di mandato ha collezionato solo 180 presenze; nel 2008 la
piu' assente e' stata invece Angela Labanca (Fi), che ha
partecipato a 29 Consigli.
   In generale, comunque, la media delle presenze dei consiglieri
provinciali e' molto alta: ben oltre le 200 sedute dall'inizio
del mandato e piu' di 40 nell'ultimo anno. Sia i Consigli
provinciali (50) sia le commissioni (365) sono state pero' di
meno rispetto al 2007 (furono rispettivamente 60 e 442). Anche
per questo e' diminuito il numero dei provvedimenti assunti da
Palazzo Malvezzi (886 contro 922), anche se buona parte di
responsabilita' appartiene alla Giunta Draghetti, che ha prodotto
30 delibere in meno nel 2008 rispetto all'anno scorso.
   "Non c'e' ente pubblico o privato tanto disprezzato come la
Provincia- torna sull'argomento Cevenini- ma piu' che ai
politici, penso ai lavoratori dell'ente, qualificati e impegnati
ma che vivono con ansia questa situazione: perche' devono
sentirsi mortificati?". Per questo, l'Unione delle province
italiane (Upi) ha proclamato per il prossimo 30 gennaio una sorta
di giornata dell'orgoglio provinciale, in cui i Consigli
provinciali sono invitati a discutere con le associazioni di
categoria e le parti sociali l'importanza dell'ente e la
situazione attuale in cui operano le Province.

  (San/ Dire)
14:08 30-12-08

 

 
 
  Opzioni


Stampabile  Stampabile

Invia ad un amico  Invia ad un amico
 


 
 
Copyright © 2018 Mauriziocevenini (www.mauriziocevenini.it)
CMS by PhpNuke © 2002. All Rights Reserved. PHP-Nuke is a free software released under the GNU/GPL licence (software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL)